Home > Arte e Cultura > Edifici civili - storici > Palazzi storici

Palazzo Angiulli
Comunemente chiamato “Caserma vecchia“, imponente complesso edilizio del sec. XVIII appartenente in passato ad una facoltosa famiglia di imprenditori agricoli. Ospitò dopo l’Unità d’Italia la caserma dei Carabinieri. L’ampia ed elegante facciata è mossa da un sontuoso portale e da belle aperture di balconi e finestre in pietra.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.

 

Palazzo Caggese
Risalente al sec. XVII, è caratterizzato da una facciata con vivace serie di arcate.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.


 

 

Palazzo d'Alessandro
Il prestigioso immobile di fattura sei-settecentesca si presenta articolato su più livelli. Si accede al piano nobile dal grande portone che immette in un androne con stemma affrescato sulla volta. L'intero palazzo residenza dei d'Alessandro era costituito da un'ala delle cucine, una delle abitazioni e una detta dei ricevimenti, con il salottino bianco ed il salone vero e proprio. L'ingresso, attraverso un portone settecentesco, ancora presente, immette in un cortile interno nel quale è presente una cantina e dal quale parte una lunga scalinata che porta al primo piano dove sono collocati gli appartamenti. Nel cortile d'ingresso è anche visibile lo stemma di famiglia ("Robur et Splendor") con leone a tre stelle a man destra. Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.

Palazzo D'Autilia
Imponente complesso del sec. XVIII , una magnifica facciata in mattoni con arcate e aperture di finestre eleganti conferisce alla parte centrale un aspetto di bellissimo effetto. Ex sede del Museo archeologico.
Attualmente chiuso al pubblico.


 

Palazzo De Benedictis
Barocco del sec. XVIII, ha una fastosa facciata con maestosi portali in pietra ed eleganti balconi divisi da lesene.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.

 

 

Palazzo del Cavaliere
La struttura originaria è risalente al sec. XVI, modificata e divisa nei palazzi Merola, Accetta e Leone. Conserva un magnifico portale in pietra con epigrafe e con simboli dei cavalieri di Malta. Nei locali che si aprono sulla parte inferiore di via G. Vigilante, ospitò il Teatro Parisi. Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.


 

Palazzo D'Errico-Capozzi
Del sec. XX, ha una vasta ed elegante facciata, con portale in pietra e una armonica balconata con aperture sormontate da architravi a timpano sotto lunette semicircolari; in alto svetta una loggetta con bella trifora ad archi ogivali.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.


 

Palazzo Frezza
Del sec. XX, ha una bella facciata e balconata con aperture sormontate da architravi a timpano e lunette circolari.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.



 

Palazzo Papa
Costruito sulla preesistente “laura” basiliana, risale al sec. XIV e fu sede principale del Monastero di S. Pietro. Molto modificato e rimaneggiato nei secoli, presenta un’austera facciata ed eleganti strutture con cupolette in pietra sul terrazzo posteriore, che si affaccia su Via Acerba.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.

 

Palazzo Rinaldi e Farina
Eretti sulla “laura” basiliana del sec. XIII, faceva parte del complesso degli edifici dell’antico Monastero di S.Pietro . Il secondo ha suggestive arcate sulla facciata.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.



 

 

Palazzo Sabrano
Il Palazzo Sabrano risale al secolo XIV. Nei secoli ha subito radicali modifiche, oggi presenta una massiccia e imponente facciata. In passato fu Convento e Ospizio dei Canonici Regolari del SS. Salvatore o Lateranensi. Nel 1347 vi soggiornò il re Ludovico di Ungheria alloggiando nell'ospizio presso la chiesa della Misericordia.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.


 

Palazzo Visciòla
E' la sede ufficiale del Municipio, restaurato dopo il terremoto del 1980, è stato riaperto al pubblico nel mese di Dicembre 2003. Risale al sec. XVI e fu sede direzionale dei feudi di Ordona, Ortanova, Stornara, Stornarella e Carapelle della congregazione dei Gesuiti del Collegio Romano. Ha una bella facciata aperta da un maestoso portale liteo, da una graziosa loggetta inferiore e da una bella trifora ad archi ogivali. All’interno una monumentale scalinata a doppia serie di rampe porta ai piani superiori con la magnifica sala Consiliare.   

 

Palazzo Vella
Risalente al sec. XVI, faceva probabilmente parte anch’esso del complesso del Monastero di S.Pietro. Modificato perfino deturpato nel tempo, ha una bella facciata con grandi portali in pietra e una loggetta superiore con una magnifica serie di archi.
Attualmente è una abitazione privata, non visitabile.


 


Palazzo della Pretura Palazzo Merola Palazzo Magaldi

Palazzo Leone Palazzo col. D'Autilia

Villa Saracino

Palazzi Via S. Maria del Popolo Palazzo Via Garibaldi

Palazzo rione Castello

 

Ascoli Satriano, visitando il borgo -  © web design by Piero Pota   ( www.ascolisatrianofg.it )