Home > Chiesa AscolanaVescovi > 1930 - Fortunato Maria Farina

Alla morte di mons. Giovanni Sodo fu nominato Amministratore Apostolico delle diocesi di Ascoli Satriano e Cerignola, dal mese di agosto 1930 al mese di agosto 1931 e cioè sino alla nomina di mons. Vittorio Consigliere.

Fortunato Maria Farina nacque a Baronissi (Salerno) l’8 marzo 1881. Appartenente ad una antica e facoltosa famiglia della piana di Eboli, per volontà materna, all’età di sette anni, fu messo in collegio, nel Convitto Pontano. Nel 1898 ottenne la licenza liceale e fondò col fratello Mattia il Circolo Cattolico San Rocco, al quale affiancò una Cassa operaia che ebbe vita prospera, recando non pochi vantaggi ai soci e a tutta la popolazione.  Ricevette la tonsura e gli ordini minori nella basilica superiore della chiesa metropolita di Salerno da mons. Valerio Laspro; il 19 settembre dell’anno successivo, il suddiaconato e il 19 marzo 1904 il diaconato. L’ordinazione sacerdotale fu fissata per il 18 settembre: gli fu conferita nella basilica superiore della chiesa metropolita di Salerno da mons. Luigi Del Forno, vescovo di Nocera. Conseguì la laurea in teologia presso la facoltà napoletana nel 1906. Fondò a Salerno l’Unione Apostolica del Clero, una "Associazione o comunità di preti secolari... per aiutarsi a vivere secondo la perfezione sacerdotale e ad esercitare il ministero secondo le migliori regole e metodi pastorali". Assegnato alla chiesa cattedrale di Troia, il 30 novembre 1919 vi faceva il solenne ingresso. Due volte fu nominato amministratore apostolico della diocesi di Foggia. Il successo pastorale di queste due supplenze richiamò l’attenzione della Santa Sede sulla convenienza di unire sotto il governo di un solo vescovo le due diocesi di Troia e Foggia, con la formula canonica dell’unione ad personam. Diverse e variegate le opere pastorali e sociali compiute nella sua nuova diocesi. Colpito da grave infermità, dopo essere stato esonerato dalla guida della diocesi di Foggia, morì il 20 febbraio 1954.
Le sue spoglie mortali furono tumulate nella tomba monumentale eretta nella navata della Cattedrale di Foggia a sua venerata memoria. Vivo è il ricordo di Mons. Farina particolarmente nei sacerdoti anziani e in quanti fanno parte della S. Milizia, istituzione voluta e realizzata dal Ven. Presule per la vita comunitaria del Clero Diocesano. Nel 2008 è stata introdotta la causa di beatificazione. Il 23 novembre 2020 è stato dichiarato Venerabile da papa Francesco che ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il Decreto sulle virtù eroiche del Servo di Dio.

   
 


Ascoli Satriano, visitando il borgo -  © web design by Piero Pota   ( www.ascolisatrianofg.it )